Il 2018, a detta degli esperti, rappresenta l’anno migliore per mettere a frutto il proprio denaro ed individuare degli investimenti abbastanza sicuri e, allo stesso tempo proficui. L’idea di conservare i soldi sotto il mattone, come accadeva anticamente, deve essere accantonata definitivamente in quanto si tratta di una forma di risparmio che lascia la cifra invariata, senza produrre alcun aumento o interesse. Meglio dunque prendere le proprie somme e destinarle ad uno scopo ben definito, in maniera da ottenere un riscontro nel lungo periodo. Nonostante la crisi economica e l’incertezza lavorativa, l’abitudine di risparmiare, anche importi di una certa rilevanza, è piuttosto generalizzata in Italia in quanto è un modo di agire che viene ereditato dalla famiglia, proprio in vista di un vantaggio futuro. Oggi, grazie ad un ampio panorama di investimento, è possibile selezionare degli affari interessanti che apportano numerosi benefici. Per fare ciò non bisogna certamente essere dei broker ma è sufficiente osservare con attenzione il mercato e comprendere quale filone seguire. Di seguito alcune idee per investire i propri risparmi nel 2018.

Le criptovalute
Per criptovalute si intendono delle monete virtuali che non vengono prodotte da un governo o da una banca centrale ma vengono introdotte ed amministrate direttamente dagli utilizzatori. Si tratta di una forma di investimento di nuova introduzione in quanto nel 2010 la prima valuta, di nome Bitcoin, è stata inventata da un informatico giapponese e messa in circolo nei canali di internet. Esistono numerosi siti che propongono in vendita tali valute, acquistabili mediante bonifico bancario, Paypal o carta di credito. Il loro valore è sensazionale, in quanto già in pochi anni hanno quadruplicato la valutazione sui mercati e anche coloro che effettuano degli scambi ne hanno ravvisato la potenzialità futura. Occorre ribadire che, trattandosi di denaro non reale, non sottoposto alla valutazione della Borsa internazionale, il suo valore viene quantificato giornalmente in base a specifiche tabelle di calcolo. Esistono numerosi siti internet, soprattutto negli Stati Uniti, che consentono di effettuare acquisti utilizzando i Bitcoin o i Litecoin, che sono le monete più diffuse, ampliando la possibilità di scelta per gli investitori di non provvedere al cambio ma di utilizzarle in un percorso parallelo che non si incontra con quello dei mercati standard. In base alle ricerche e agli approfondimenti degli economisti, le criptovalute diventeranno sempre più un bene rifugio, parificato all’oro e ai preziosi, utilizzati dunque come una sorta di tesoretto al quale attingere in caso di necessità. Molti investono in Bitcoin o Litecoin proprio perchè attratti dalle potenzialità di tali monete, libere dal punto di vista politico e perfette per l’utilizzo online.

Conti deposito
conti deposito si differenziano dai semplici conti correnti per la possibilità di immobilizzare una somma di denaro, partendo da una soglia minima pari a 5mila euro a salire, per un periodo di tempo variabile, in maniera da ottenere un incremento della cifra base grazie agli interessi. Esistono numerosi istituti bancari che propongono questa forma di investimento ai propri clienti, offrendo interessi diversi a seconda del periodo di tempo considerato. Ad esempio, con una cristallizzazione della somma per circa cinque anni è possibile ottenere un incremento pari anche al 4% che, se si versa un importo di una certa rilevanza produce degli emolumenti di alto livello. In Italia l’utilizzo dei conti deposito è ancora agli albori ma gli esperti del settore confermano che, soprattutto per il futuro, sarà il prodotto finanziario maggiormente diffuso e conosciuto, grazie anche alla sicurezza dell’investimento che non comporta rischi dipendenti dall’andamento dei mercati azionari, dalla situazione politica o da altri fattori esterni che tendono sempre a preoccupare i risparmiatori e gli investitori.

Immobili
Gli investimenti immobiliari rappresentano un vero e proprio classico in materia in quanto, soprattutto in passato, gli italiani hanno sempre interpretato il mattone come un bene utile e produttivo. Dopo un periodo di stallo dato dalla crisi economica e dalla conseguente crisi edilizia, il 2018 si apre con una rinnovata attenzione verso questa forma di accantonamento, mediante l’acquisto di beni collocati nelle maggiori città, anche da dare in locazione, o presso le più famose località di vacanza, sia di mare che di montagna. Contrariamente a quanto accadeva in precedenza, si tende ad investire in immobili più piccoli, anche per contenere le spese relative ed imposte che si calcolano anche in base alle dimensioni.

L’oro e i preziosi
In gergo economico l’oro e i preziosi rappresentano un bene rifugio, ossia un bene che, in caso di necessità, può essere scambiato non perdendo il valore della quotazione di mercato. In qualche maniera, a detta degli esperti del settore, le riserve auree sono tornate prepotentemente d’attualità, considerate un’ottima forma di investimento. Quando si parla di oro non si intendono solamente gli oggetti che vengono regalati a tutti nel corso della vita ma, soprattutto, ai lingotti, di diverse forme e peso. Per acquistare tali valori è possibile rivolgersi al proprio istituto bancario di fiducia che, fornendo un modulo di proprietà, in genere si occupa anche della conservazione in cassaforte, in modo che non rimanga sul cliente la responsabilità di tenere al sicuro l’investimento dai malintenzionati. Per non incorrere in fregature, è possibile anche richiedere una perizia valutativa che certifichi il reale valore dei preziosi presi in considerazione.

Nel mondo della finanza ultimamente si sta spesso sentendo parlare di criptovalute, ma forse pochi sanno davvero di che cosa si tratta. Dunque, proviamo a spiegare in che cosa esse consistano e per quale motivo esse rappresentino una rivoluzione.

Cosa sono le criptovalute

Quando si parla di criptovaluta ci si roferisce ad una sorta di moneta digitale.
Essa può definirsi distribuita, poichè qualsiasi utente informatico può accedere al software che ne regola le transizioni. Il possesso di criptovalute è segreto, dunque esse non possono essere rubate nè bloccate e sono sempre disponibili.
Attualmente il numero di tipologie di criptovalute esistenti supera le 1000. In genere esse offrono funzioni relative al trasferimento di valore, funzione indispensabile per procedere ai pagamenti online; tuttavia negli ultimi anni le principali aziende dell settore stanno tentando di sviluppare nuove funzionalità e ulteriori servizi che risultino utili agli utenti di questo tipo di moneta digitale.
In questo momento ad avere il comando del campo delle criptovalute è il suo leader storico, ossia Bitcoin, che ha creato cun vasto network di pagamenti e scambi di denaro davvero molto efficiente e conosciuto.
Ora che abbiamo dato una definizione di criptovaluta, proviamo a spiegare per quale motivo questa nuova forma di denaro digitale è un’idea tanto rivoluzionaria.Continua a leggere